Esonero under 36: chiarimenti per il 2022

di Giusy Catone


Per l'anno 2022 è ancora possibile applicare l'esonero under 36?

È possibile applicare tale agevolazione anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un apprendistato al termine del periodo formativo?


---------------------------


Il c.d. esonero under 36 è disciplinato dall’art. 1 commi 10 e 15 legge n. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021).


Nello specifico è previsto per le assunzioni a tempo indeterminato e/o trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti di lavoro a termine, effettuate tra il 2021 ed il 2022, il riconoscimento di un esonero pari al 100% per 36 mesi. Esso è previsto per una durata di 48 mesi nel caso in cui l’assunzione e/o trasformazione avvenga in una sede o unità produttiva ubicata nelle Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna.


Tale agevolazione contributiva, ai sensi della normativa di cui sopra, è da ritenersi temporanea e non definitiva, in quanto la misura del 100% è prevista solo per un periodo predefinito.


A tal proposito l’Inps con circolare n. 56/2021 ha chiarito alcuni punti che sintetizziamo:


● Considerata la natura temporanea e settoriale dell’agevolazione, quest’ultima deve essere sottoposta al parere della Commissione Europea in materia di aiuti di stato (Temporary Framework).


● Per poter utilizzare tale agevolazione è necessario attendere approvazione con autorizzazione da parte della Commissione.


Tale autorizzazione è stata rilasciata in data 16/09/2021 e prevedeva il riconoscimento dell’agevolazione giovani under 36 per le assunzioni e trasformazioni a tempo indeterminato avvenute entro il 31/12/2021.


Una seconda autorizzazione è stata rilasciata in data 11/01/2022, quest’ultima alla quale tuttora facciamo riferimento, ha previsto che l’utilizzo di tale agevolazione sia riconosciuto fino al 30/06/2022, salvo ulteriori disposizioni.


Pertanto, in riferimento alla prima parte del quesito, possiamo affermare con certezza che tale agevolazione può essere utilizzata anche per l’anno 2022, ma entro e non oltre il 30/06/2022.


Per quanto riguarda la seconda parte del quesito, ovvero la possibilità di utilizzare o meno l’esonero under 36 in caso di prosecuzione a termine di un contratto di apprendistato, la risposta è sì.


L’utilizzo di tale beneficio, per un ulteriore anno nel limite di € 3.000,00 annui, è escluso dalla legge di bilancio 2021 art.1 comma 13, ma è previsto ai sensi dell’art.1 commi 106-108 della legge di Bilancio 2018, che dunque prevale nei riguardi degli apprendisti, come chiarito dalla circolare Inps n. 40/2018.


Unico limite da rispettare per l’utilizzo dell’agevolazione, è che al momento della prosecuzione del rapporto, al termine del periodo di apprendistato, la risorsa non abbia compiuto trent’anni.


La normativa di riferimento risulta essere chiara, pertanto, è possibile utilizzare l’esonero under 36 nel 2022 (entro il 30/06/2022) e applicare lo stesso in caso di prosecuzione a tempo indeterminato di un rapporto di apprendistato.


In questo specifico caso, l’agevolazione decorrerà dal primo mese successivo a quello di scadenza dell’ulteriore beneficio contributivo previsto in caso di qualificazione al termine del periodo di apprendistato (12 mesi successivi al termine del periodo di apprendistato ex art. 47, comma 7 d.lgs. n. 81/2015).



26 visualizzazioni0 commenti